Quali sono le Unità da diporto

A seconda della lunghezza fuoritutto, le unità da diporto si suddividono in tre categorie: natanti, imbarcazioni e navi. La lunghezza dei natanti a motore è stata portata a m 10, in analogia a quelli a vela, con o senza motore.


Sono definiti natanti:
 .  1) le unità a remi;
 .  2) le unità di lunghezza pari o inferiore a m.10 (a vela e a motore), misurata secondo gli standard armonizzati. L’immatricolazione di queste unità è facoltativa, ma se iscritte nei registri assumono il regime giuridico delle imbarcazioni (iscrizione, passaggi di proprietà, visite periodiche, ecc.)
Sono definite imbarcazioni le unità di lunghezza superiore a m. 10 e fino a m 24, misurata secondo gli standard armonizzati. Esse sono iscritte nei registri e, in relazione alla categoria di progettazione, sono abilitate alla navigazione e munite della relativa licenza e del certificato di sicurezza.
Sono definite navi le unità di lunghezza superiore a m. 24, misurata secondo gli standard armonizzati. Esse sono iscritte nei registri, tenuti dalle Capitanerie di porto, munite della licenza per la navigazione e del certificato di sicurezza.
Nota: Le navi e le imbarcazioni da diporto (ma non i natanti) hanno l’obbligo di esporre la bandiera.
I registri in cui sono iscritte le imbarcazioni da diporto sono tenuti dalle Capitanerie, dagli Uffici circondariali marittimi e da tutti gli Uffici provinciali (ex MCTC). I registri già tenuti dagli uffici marittimi minori (Locamare e Delemare) sono stati accentrati presso la Compamare o il Circomare da cui dipendono.
Per coloro che hanno iscritte le unità presso gli uffici minori non vi sono formalità amministrative da svolgere e pertanto potranno continuare a navigare con la stessa licenza di navigazione e relativi segni di individuazione (n° e sigla).
In relazione alla costruzione, le imbarcazioni ed i natanti da diporto si suddividono in due grandi categorie: unità con "Marchio CE", soggette alla normativa comunitaria, di cui alle direttive 94\25\CE sulla commercializzazione delle unità da diporto e 2003\44|CE in materia di gas di scarico e emissioni acustiche (assorbite dal codice della nautica da diporto - artt. da 6 a 14) e unità non-CE che continuano ad essere assoggettate alla vecchia normativa della legge n. 50 (soppressa) ma, ripresa in parte dal codice della nautica.